Ogni 7 giorni un'Idea dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura, vs. Francesco Carlà.

Clicca qui per iscriverti.


1. 500.000 euro di risparmi da investire bastano per andare in pensione a 60 anni? (puntata 274 del 25/05/2024)

Vediamo un po'. Mezzo milione di euro oggi possono bastare per una pensione dignitosa (da subito ad un'aspettativa di vita media di 80 anni), pur non avendo altri redditi nè altro patrimonio (quindi 20 anni circa), se:

Se il mezzo milione rende al netto delle tasse almeno il 7% all'anno (in modo regolare, a medio/lungo termine, può accadere solo con le azioni (ma dovete sapere come si fa e, in questo caso, si può andare oltre il 7%) o con Etf a bassissimo costo che rappresentano Indici ampi tipo S&P 500.

Ovviamente, strada facendo, il mezzo milione di euro diminuirà, ma arriverete al traguardo e, probabilmente, potrete perfino lasciare qualcosa agli eredi.

Se invece vi limitate a spenderli giorno per giorno non basteranno.

Ecco come funziona nel dettaglio.

2. Il mio libro della settimana (274)

E. Revol: Vivere. La mia tragedia sul Nanga Parbat

(Solferino)

Il Nanga Parbat è considerata la montagna assassina. L'8000 che ha mietuto più vittime in proporzione a quanti sono riusciti a scalarla. Pochi, soprattutto d'inverno.

"Il racconto sincero e appassionato di una tragica scalata e di una rinascita.

Il 25 gennaio 2018, Elisabeth Revol e Tomek Mackiewicz raggiungono la cima del Nanga Parbat, dopo una salita in stile alpino e senza ossigeno. Ma proprio nel momento della vittoria, Tomek, stremato, accusa sintomi gravissimi di edema polmonare e cerebrale.

Elisabeth per 24 ore lo aiuta a scendere, arrivano a 7200 metri, si riparano in un crepaccio. Dal campo base la convincono a scendere, a Tomek penseranno gli elicotteri.

Dal K2, quattro alpinisti polacchi tentano un salvataggio che miracolosamente riesce.

Ma per Tomek, molto più in alto, non c’è nulla da fare.

In questo libro Elisabeth Revol racconta la sua amicizia con lo scalatore, la salita, la tragedia, con tutto quello ne è seguito: il senso di colpa, la depressione e un po’ per volta, il ritorno alla montagna."

3. L'articolo della settimana (274)

Quanto siete soddisfatti del vostro stipendio? Oppure la domanda potrebbe essere: quanto sono soddisfatti del loro stipendio i vostri collaboratori?

A quanto pare il problema principale in Italia è la Meritocrazia.

"Il Salary Satisfaction dell’Osservatorio JobPricing mostra un voto ampiamente insufficiente (4 su 10) alle buste paga. E anche su questo terreno le donne si trovano a inseguire, con una più ampia insoddisfazione. Nelle buste paga dei lavoratori italiani c’è un problema di meritocrazia e questo abbassa – e di molto – il giudizio complessivo dei dipendenti sul loro pacchetto retributivo..."

4. La citazione finale (274)

"La montagna mi ha insegnato a non barare, a essere onesto con me stesso e con quello che facevo."

(Walter Bonatti)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: