Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.


1. Il masochismo (e le manie) dei Traders (1) (puntata 198 del 10/12/2022)

Scrivevo questa newslettera in tre parti più di 5 anni fa.

Nel frattempo la situazione è peggiorata. Sui mass e social media si assiste ad un bombardamento di pubblicità per spingere le persone a credere che si possa vivere di trading on line.

Il marketing è aggressivo, anche in Italia, e i trucchi sono simili a quelli che usano i siti e le apps di scommesse e casino on line.

Compreso il leggendario 'bonus di benvenuto' o il riaccredito delle prime perdite.

Prime che non saranno le ultime ... -ò-

Vi prego di far girare questa email e di aiutare le persone a capire che non esistono profitti ingenti, rapidi e sicuri.

Sono solo e sempre scommesse. Buona lettura.

Sto rileggendo un istruttivo libro di Michael Lewis del 1989: Liar's Poker.

Scritto benissimo.

Racconta la storia (autobiografica) di un trader americano che lavorava a Salomon Brothers, all'epoca la più grande e potente banca d'investimento del mondo.

L'autore è un tipo interessante: laureato originariamente in Storia dell'arte, giornalista part-time, negli anni '80 si è trovato, quasi suo malgrado, a fare il trader.

E ha raccontato con molto umorismo, ma altrattanta precisione, di cosa si trattava (e si tratta) veramente.

Ricucci, molti anni più tardi, avrebbe descritto la faccenda come può riuscirci solo uno cresciuto a Zagarolo (prov. di Roma):

"Fare il f... con il sedere degli altri".

Ho conosciuto (e salvato) personalmente moltissimi traders dal 1999 ad oggi nella mia carriera di investitore a FinanzaWorld.

Mi viene subito in mente un musicista classico che voleva vendersi il suo pianoforte a coda per darsi al trading delle Netstocks ...

Avevano tutti in comune le stesse "idee" (manie) che vi racconterò in questo dossierino.

Magari riconoscerle in tempo potrebbe tornare utile anche a qualcuno di voi.

Cominciamo.

La prima mania non manca mai, gli americani la chiamano: Get rich quick. Il sogno di molti, diventare ricchi in pochissimo tempo, grazie ad un 'colpo fortunato', ad un'operazione brillante che 'non è da tutti'.

Perchè il trader si sente sempre il migliore in circolazione, specie quando le prime operazioni gli vanno bene.

Get rich quick: insomma una scommessa, magari con una bella leva che moltiplica il capitale iniziale. Ma sottopone a rischi stratosferici, con probabilità a favore quasi sempre microscopiche.

Nessuno, ripeto nessuno, è mai diventato ricco in fretta con il trading senza rischiare un grosso capitale.

Cioè senza scommetterlo.

E questo ci porta alla mania numero 2: confondere il verbo Investire con il verbo Scommettere. Ma le piattaforme operative lo fanno a bella posta perchè il gioco d'azzardo, e le scommesse, non hanno una buona reputazione, ovviamente -ò-.

Quindi fate molta attenzione al linguaggio e alla comunicazione. Non è MAI casuale.

Continueremo la settimana prossima.

Nel frattempo accettate un mio consiglio che ha portato assai bene alle Fwiane e ai Fwiani in tutti questi anni di Fw:

Usate il vostro tempo e il vostro cervello per imparare ad investire bene e per diventare Maratoneti. E se volete leggere la nuova edizione del mio eBook "Comincia ad Investire con Carlà 2023" scrivete a premium@finanzaworld.it

Non è mai troppo tardi per diventare un Investitore Intelligente.

2. Il mio libro della settimana (198)

ZEtty Hillesum: Diario 1941-1943

(Adelphi)

Quello che è accaduto in Europa durante la seconda guerra mondiale non può e non deve essere mai dimenticato. Anche se gli avvenimenti del 2022 con l'invasione russa dell'Ucraina vanno in una direzione orribilmente diversa.

Questo libro è una testimonianza straordinaria assai meno nota del Diario di Anna Frank, ma almeno altrettanto importante.

Un "cuore pensante" testimonia la propria fine in un campo di concentramento. Accanto al Diario di Anna Frank, uno dei documenti indispensabili sulla persecuzione degli ebrei. "Se Etty insiste a ripeterci che tutto è bello, è perché un'ebraica volontà di vivere fino in fondo vuole questo in lei. Un rivestimento ideale, poetico, ricopre in lei la solida, l'irriducibile, l'intima forza ebraica" (Sergio Quinzio).

3. L'articolo della settimana (198)

Ho atteso parecchio per farmi un'idea su una delle vicende più grottesche (ma non per questo meno rilevanti per i contribuenti italiani). Grottesca la vicenda anche perchè ha inaugurato il "diritto all'eleganza" ... Ecco un articolo che cerca di fare chiaro.

"Continua ad essere il caso mediatico più importante di questi ultimi giorni, quello relativo al deputato di Verdi-Sinistra Italiana, Aboubakar Soumahoro, al centro di una vera e propria grana politica per il caos che ruota attorno alla coop della suocera.

A non convincere sono anche le posizioni del deputato con gli stivali e di sua moglie, al centro delle diatribe proprio per non essersi mai accorti di quanto succedeva nei centri gestiti dalla suocera (di cui la figlia ne risultava essere consigliere). Nel corso di queste settimane, il sito nicolaporro.it ha ripercorso, da cima a fondo, tutte le varie sfaccettature relative al caso. Dalle dichiarazioni dell’ex senatrice SI Fattori, che ha raccontato le condizioni igienico-sanitarie precarie delle coop gestite, al pianto di Soumahoro in un video pubblicato sui suoi canali social, fino ad arrivare alla sua difesa negli studi televisivi di Piazzapulita

4. La citazione finale (198)

"Tutte le spose sono belle; tutti i morti sono pii."

(Proverbio ebraico)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: