Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.


1. Rendimenti del 100% in un paio d'anni ... (puntata 181 del 13/08/2022)

Una delle cose più interessanti, quando si parla di investimenti, è stabilire se gli obiettivi di rendimento delle persone abbiano senso oppure no.

Parlo sia delle dimensioni dei rendimenti attesi che dei tempi in cui si vuole raggiungerli.

Spesso ho ricevuto lettere che mi chiedevano se un rendimento del 100% in un anno (o due) fosse un obiettivo ambizioso ...

Pensare di investire sul breve termine e aspettarsi rendimenti super-elevati, significa scommettere e non investire. "Investire a breve termine" è un ossimoro finanziario.

Non vuol dire niente.

Dal 1999 a FinanzaWorld abbiamo aiutato decine di migliaia di persone a riprendere in mano il proprio denaro. E voi in che mani l'avete lasciato?

Se non sapete da che parte cominciare e volete raggiungere i risultati che hanno raggiunto gli abbonati a FinanzaWorld dal 1999 ad oggi scrivete subito a:

lodovico.carla@finanzaworld.it (Citate questa rubrica, vi attende una sorpresa).

Un consiglio finale: se siete novizi di FinanzaWorld partecipate Gratis al Meeting della Finanza democratica on line col sottoscritto, cliccando subito qui.

2. Il mio libro della settimana (181)

R. Gervaso: I Borgia

(Rizzoli)

Ho trovato nella libreria della mia casa al mare un vecchio libro di Roberto Gervaso che non avevo mai letto.

Parla del Rinascimento e di una famiglia spagnola (di Valencia) che, arrivata a Roma, ha dominato la città generando un Papa potentissimo.

Uno dei suoi figli, il Valentino, ha rischiato di unificare la Penisola per poi cadere vittima di uno dei suoi pochi errori, la figlia Lucrezia è diventata famosa per la sua dissolutezza e crudeltà per poi terminare la sua parabola a Ferrara.

Gervaso rivaluta (almeno un po') tutta la famiglia e, nel farlo, ci offre un saggio della sua scrittura scorrevole e leggibile, portandoci in giro per l'Italia delle Signorie.

Un viaggio bellissimo.

3. L'articolo della settimana (181)

"I filosofi sono sempre poveri".

Può darsi, ma di sicuro un'eccezione c'è. E si chiama Talete di Mileto.

Conoscete la storia?

"Talete – racconta Aristotele – dimostrò ai denigratori della ricerca del sapere quanto sia fallace l'opinione comune e quanto facile sia, per un vero filosofo, arricchirsi con le sue conoscenze, al solo volerlo, anche se il fine della filosofia è la ricerca libera e disinteressata e non il perseguimento di ciò che Aristotele chiama la crematistica (da χρήματα, in gr. ricchezza), ovvero l'arricchimento personale."

Come si arricchì enormemente Talete? Basta cliccare qui per saperlo subito (e scoprire che, già che c'era, il nostro filosofo preferito inventò un contratto finanziario poi diventato molto popolare) ...

4. La citazione finale (181)

"L'importanza dei soldi deriva essenzialmente dall'essere un legame fra il presente ed il futuro."

(John Maynard Keynes)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: